Poliambulatorio
DIAGNOSTIC CENTER

ORARI

Dal lunedì al venerdì
10.00 - 13.00 / 15.30 - 19.30
Sabato
9.00 - 13.00
RICHIEDI APPUNTAMENTO

Ti contatteremo al più presto!
Compila il form
SPECIALISTI

Scopri chi sono i nostri medici!
Maggiori informazioni
Fisioterapia
Onda d'urto radiale

Tendinopatia Laterale del Gomito

Antonio Magliani
Tendinopatia Laterale del Gomito
autore: Dr.Antonio Magliani
                                                  TENDINOPATIA LATERALE DEL GOMITO
                                          
 
 
La Tendinopatia Laterale di Gomito (TLG) nota più
comunemente come “Gomito del Tennista” è la sindrome
da overuse più comune nel gomito.
È una lesione tendinopatica, che coinvolge i muscoli
estensori dell'avambraccio. Questi muscoli originano sulla
regione dell’epicondilo laterale distale dell'omero; nella
maggior parte dei casi, il muscolo coinvolto è l'estensore
radiale breve del carpo (ERBC).
 
Il dolore è lateralmente al gomito, in particolare durante
l’estensione del polso. Si verifica spesso in attività
ripetitive come l'uso del computer, il sollevamento di
carichi pesanti, la prono-supinazione, e le vibrazioni.
 
FATTORI DI RISCHIO
Esistono tere fattori di rischio dominanti :
 
-Movimentare strumenti più pesanti di 1 kg;
Movimentare carichi > 20 kg, almeno 10 v/giorno;
-Eseguire movimenti ripetitivi > 2 ore al giorno.
 
Altri fattori di rischio comprendono: errori di allenamento,
invecchiamento, problemi di circolazione, deficit di forza e
fattori psicologici.
 
ESAME OBIETTIVO
 
-Il dolore è localizzato sull'epicondilo laterale e/o 1-2 cm
distalmente ad esso. Può essere riprodotto con la
pressione sul punto.
-Se chiediamo un'estensione di polso contro resistenza
possiamo notare dolore e debolezza. Nei casi più acuti,
gli stessi sintomi potrebbero essere presenti anche
richiedendo di stringere il pugno.
-Il ROM passivo potrebbe essere limitato o doloroso.
 
TRATTAMENTO
 
Infiltrazione e farmaci
 
-I FANS possono offrire un beneficio a breve termine (3-
4 settimane) sul dolore.
-Le infiltrazioni di corticosteroidi hanno effetti positivi
sul dolore a breve termine (< 6 settimane) ma pareeffetti negativi nel medio-lungo termine!
Tutore
 
L'uso di un tutore può essere utile se abbiamo
l'obiettivo di ridurre la tensione sull'inserzione a livello
dell'epicondilo laterale.
                                         Il tutore viene applicato attorno all'avambraccio (sotto
la testa del radio) e viene sufficientemente stretto in
modo tale che, quando il paziente contrae gli estensori
del polso, non riesce a ottenere una contrazione
completa dei muscoli.
 
 
Terapia manuale
 
La terapia manuale, come supplemento ad un
programma di esercizio terapeutico, può essere d'aiuto. Da sola, può avere effetti limitati e di breve durata,
pertanto deve essere inserita all'interno di un programma
multimodale basato sull'esercizio e sul carico.
 
                                                                   Esercizio Terapetutico
 
l'esercizio e il carico sono le
strategie più promettenti, anche se ancora non sono
chiare le modalità e le quantità più efficaci.
 
Non ci sono esercizi specifici. Quello che dobbiamo
considerare è la progressione del carico.
 
Gli esercizi in isometria possono essere utili nelle fasi
acute per ridurre il dolore, ma da soli non sembrano
bastare come unico trattamento.
 
L’esercizio eccentrico, invece, ha mostrato risultati
promettenti in termini di dolore e funzionalità, se
accompagnato ad una modifica graduale di variabili quali:
carico, velocità e frequenza. Quindi, di nuovo, alla base ci
deve essere il principio di progressione, valido per tutti i
tendini. Se restassimo sempre con i soliti stimoli, il
programma terapeutico fallirà. Ovviamente, è importante
che all'inizio si eseguano gli esercizi lentamente per
evitare riacutizzazioni del dolore, il quale dovrebbe essere
tollerabile, inferiore a 4 su 10 nella scala del dolore e
monitorato nelle 24 ore successive (se resta elevato dopo
questo periodo, probabilmente il tendine è stato
sottoposto a stimoli ancora troppo elevati).
Dr.fkt Antonio Magliani
 
 
 
 


DOVE SIAMO

Scopri come raggiungere il Centro Diagnostico - Poliambulatorio della Val Vibrata