Poliambulatorio
DIAGNOSTIC CENTER

ORARI

Dal lunedì al venerdì
10.00 - 13.00 / 15.30 - 19.30
Sabato
9.00 - 13.00
RICHIEDI APPUNTAMENTO

Ti contatteremo al più presto!
Compila il form
SPECIALISTI

Scopri chi sono i nostri medici!
Maggiori informazioni
Dr.ssa Denisa Ioana Potinteu
Podologia Realizzazione Plantari Su Misura
Il trattamento podologico viene effettuato direttamente sul soggetto con lo scopo di ripristinare la sua corretta deambulazione. In questo modo si eliminano gli stati algici del piede agendo direttamente sulle loro cause.
Condividi

Cos’è il trattamento podologico?

Il trattamento podologico viene effettuato direttamente sul soggetto con lo scopo di ripristinare la sua corretta deambulazione. In questo modo si eliminano gli stati algici del piede agendo direttamente sulle loro cause.
Rivolgersi a un podologo, significa in questo caso affidarsi a un professionista sanitario che si occupa della valutazione, prevenzione e cura del piede.Il podologo è, inoltre, in grado di riconoscere le alterazioni, precoci o conclamate, che necessitano di eventuali controlli specialistici o di esami strumentali.
I trattamenti podologici sono finalizzati a favorire la deambulazione, prevenire complicanze locali per i pazienti affetti da malattia diabetica, neurologica, vascolare, reumatologica, ecc. e curare alterazioni strutturali e funzionali del piede.
Di grande rilevanza e di forte impatto clinico è l’interessamento del piede nella malattia diabetica. Il podologo ha un ruolo importante nella cura, ma soprattutto nella prevenzione del piede diabetico dove una semplice callosità può rappresentare un vero pericolo per i piedi. Le condizioni patologiche del piede più frequenti :

Alterazioni strutturali:

• Deformità delle dita (alluce valgo, dita a griffe)
• Difetti dell’appoggio del piede
• Difetti del cammino e della postura
Patologie della cute:
• Ipercheratosi (callosità)
• Verruche
• Lesioni ulcerose
• Micosi
• Ragadi
• Perionissi (infezione del bordo periungueale)
. Patologie ungueali:
• Onicocriptosi (unghia incarnita)
• Unghia ispessita, Onicogrifosi, Pachionichia
• Unghia psoriasica (da Psoriasi)
• Unghia fragile/debole che si spezza
• Unghia involuta o di forma irregolare
• Onicolisi (unghia distaccata dal letto ungueale)
• Ematoma subungueale
• Onicomicosi
• Onicoressi
• Onicoschizia lamellina (unghie che si sdoppiano)
• Leuconichia (Unghia bianca)

 Altre condizioni patologiche:

• Fascite plantare
• Tallonite
• Metatarsalgie
• Spina calcaneare
• Neuroma/neurite di Morton
• Infiammazioni tendinee/borsiti
• Altre condizioni che causano dolore al piede
• Piede diabetico (prevenzione e cura delle ulcere). 

 

Che differenza c'è fra podologo e pedicure/callista/estetista?


La regola è che se il piede fa male, è bene rivolgersi al podologo. Se si vuole migliorare l’aspetto estetico del piede, si va dall'estetista. Il podologo è l’operatore sanitario che tratta il piede doloroso e non, il pedicure è l’estetista che occupa solo della bellezza del piede. Il podologo ha la possibilità di entrare in contatto con i vasi sanguigni, per cui deve usare strumenti e materiali rigorosamente sterili, onde evitare le infezioni e la trasmissione di malattie infettive.Il pedicure/estetista può lavorare solo in superficie,mai andando in profondità. Per questa ragione, oltre che per la loro diversa preparazione professionale, è sconsigliabile sostituire il pedicure al podologo.

                       Realizzazione Plantari su misura

Cos'è il plantare e quando serve?

L’ortesi plantare è il dispositivo medico su misura che il Podologo realizza, quando necessario e sempre dopo un’accurata visita podologica, per correggere/compensare le alterazioni meccaniche che affliggono il paziente e che sono l’origine dei disturbi quali dolori muscolo-articolari e punti di iperpressione che possono portare alla formazione di callosità e/o lesioni.
Il plantare serve inoltre a portare maggiore equilibrio strutturale nel piede e in tutto il corpo, sia nella fase statica sia dinamica, con effetti positivi su tutto il sistema scheletrico, muscolare e articolare del paziente.
 Nel bambino rappresentano un reale supporto di correzione per deformità che altrimenti, al completamento della maturazione ossea, diventano strutturali e permanenti. Nell’adulto servono a compensare tutte quelle alterazioni dell’appoggio che creano dolori quali: talalgia, sperone calcaneare, fascite plantare, tendiniti, borsiti, capsulite, neurite/neuroma, metatarsalgie e callosità dolenti. Nell’anziano e nel paziente diabetico e/o vasculopatico/neuropatico rappresentano uno strumento di prevenzione o di riduzione per callosità profonde e/o lesioni e/o dolori cronici.

Che differenza c’è tra Soletta e Plantare?

Il PLANTARE è un presidio medico chirurgico realizzato su misura. Esteticamente il plantare assomiglia ad una soletta, ma è studiato, progettato e realizzato con correzioni ed inserti mirati in base alle problematiche del paziente quindi un prodotto completamente PERSONALIZZATO e quindi UNICO.
 La SOLETTA non è un presidio medico chirurgico. Il termine soletta indica invece un prodotto standard, di diverse forme anatomiche ma NON REALIZZATO SU MISURA per il piede del singolo paziente: purtroppo, in commercio, viene spesso usato impropriamente il termine plantare generando così confusione nel consumatore, che potrebbe erroneamente attribuire ad una “soletta” le stesse caratteristiche funzionali di un vero e proprio plantare.

Come viene realizzato un plantare su misura?

Le fasi di lavorazione si svolgono secondo un iter preciso e richiedono competenze diverse, dalla visita podologica alla progettazione, dalla fase prettamente tecnica di lavorazione, alla realizzazione finale dei plantari. Il podologo realizza il plantare direttamente dal calco del piede del paziente. Una volta ottenuta la base, che viene definita scocca portante (più o meno rigida in base a quella che è la patologia da trattare), al di sopra verranno applicati gli inserti che, avranno funzione di sostegno, scarico, stabilità e ammortizzamento. La parte finale, quella che si vede più superficiale è il rivestimento, esso ha una ruolo molto importante del plantare perché si trova a contatto con la cute del paziente. Diversi sono i metodi di presa d’impronta e di realizzazione del plantare. I materiali utilizzati vengono scelti in base alle diverse esigenze, all’azione che lo stesso materiale deve svolgere e in base alle problematiche del paziente a cui è destinato il plantare

                       ******** Per la realizzazione di plantari su misura chiedi ulteriori informazioni in segreteria ********

RICHIEDI APPUNTAMENTO